Ah, sei un grillino?

Normal_Distribution_PDF.svg

“Ah, sei un grillino?”

Solo a me risulta fastidiosa questa domanda?

Ai miei orecchi suona precisamente come: “Ah, sei dei pesci? Tutti uguali voi pesci”.
Nel senso che non mi da fastidio in quanto generalizzazione grossolana: mi da fastidio in quanto generalizzazione insensata.
Conosco una moltitudine di gente che ha votato il Movimento 5 Stelle e, a parte una piccola minoranza di complottisti e fanatici delle scie chimiche (sì ok, e qualche ex fascista), tra di loro riscontro la più grande biodiversità (“bio” sta per biografia, in questo caso) mai riscontrata all’interno dei sostenitori di un unico movimento politico (né “partito”, né “coalizione”).

Anzi, riscontro molte più affinità medie tra coloro che hanno votato PD (grafico rosso), o  PDL (grafico blu), rispetto ad un elettore medio del Movimento 5 Stelle (grafico giallo).

Inoltre, e questo mi fa ancora più arrabbiare, il fatto che le cose stiano proprio così è talmente logico ed evidente che è sottolineato dagli stessi sostenitori (e rappresentanti) degli altri partiti. È risaputo infatti che chi si continua ad identificare con un (per quanto vago) partito politico di quelli “classici”, continui a dare a quello il suo voto al momento delle elezioni. E proprio a partire da questa considerazione, una delle accuse che gli stessi PD-ini (per utilizzare il loro lessico) muovono al movimento di Grillo è che esso si limita “a raccogliere tra i suoi sostenitori tutti gli insoddisfatti e gli sfiduciati nel vecchio modo di condurre la politica”… appunto! Tanto più diverse saranno le storie di due “grillini medi” e tanto più essi risulteranno tra loro diversi, come persone (ognuno con le proprie convinzioni, i propri paletti, i proprio limiti).

E visto che sono gli stessi sostenitori (e politici) del Partito Democratico a fare queste accuse al M5S, come possono poi sostenere contemporaneamente che “i tratti tipici” di un elettore del M5S siano così grossolani ed evidenti da potersi riferire ad esso col termine “grillino”?

Non lo capisco proprio, e la cosa mi urta terribilmente.